Home Campra si presenta Offerte Inverno Offerte Estate Ristorante Avvenimenti Progetto Informazioni generali
Campra: offerte inverno Campra Centro Sci Nordico Campra: offerte estate Campra: sci di fondo Campra: Percorsi con racchette Campra: Pista di Ghiaccio Campra: Ristorante Campra: Mountainbike Campra: Passeggiate Campra: Campeggio Scout
SITUAZIONE
Campra, Centro Sci Nordico, Ticino, Valle di Blenio Sci di fondo (skating) : 3 km
Campra, Centro Sci Nordico, Ticino, Valle di Blenio Sci di fondo (classico) : 3 km
Campra, Centro Sci Nordico, Ticino, Valle di Blenio Pista di ghiaccio
Campra, Centro Sci Nordico, Ticino, Valle di Blenio Passeggiata e pista bob
Campra, Centro Sci Nordico, Ticino, Valle di Blenio Ristorante

Campra e Sci Club Simano, un binomio vincente

La pratica dello sci di fondo nella Valle di Blenio ebbe inizio negli Anni Trenta, al tempo in cui questa disciplina sportiva interessava esclusivamente chi la esercitava a scopo agonistico. Fu l'esigenza di aggregazione dei primi fondisti delle località di Torre, Dangio e Aquila a dare vita, nel 1934, allo Sci Club Simano, nome del massiccio sovrastante. I primi decenni di attività furono caratterizzati da una disponibilità di mezzi estremamente limitata: le piste venivano preparate senza l'ausilio di mezzi meccanici dagli atleti stessi e si snodavano su percorsi tracciati nelle immediate vicinanze dei villaggi. Le condizioni meteorologiche e di innevamento sul fondovalle non permettevano tuttavia di svolgere regolarmente gli allenamenti e obbligavano talvolta ad annullare le manifestazioni sportive previste dal calendario.

La scoperta di Campra

Fu la realizzazione della nuova strada del Lucomagno nel 1974 ad offrire un facile accesso alla stupenda regione di Campra, dove le condizioni topografiche e di innevamento apparvero subito ideali per la pratica dello sci nordico. La prima costruzione nacque dall'iniziativa degli stessi fondisti che desideravano disporre di un rifugio dove potersi riparare e ristorare. Gli Anni Settanta furono caratterizzati da un notevole sviluppo dello sci di fondo anche a livello amatoriale e dalla crescente disponibilità di mezzi per la preparazione meccanica delle piste. Il maggior afflusso di sportivi dovuto pure alla maggiore mobilità ha reso necessaria la messa a disposizione, in tappe successive, di nuove e più funzionali strutture logistiche.
Il Centro Nordico di Campra deve in particolare il suo sviluppo al grande dinamismo e alla lungimiranza dell'attuale presidente dello Sci Club Marino Vanzetti nonché alla politica di aiuto finanziario alle regioni di montagna promossa dal Cantone Ticino e all'indispensabile sostegno offerto dal Patriziato e dal Comune di Olivone.

Il Centro di Campra oggi

Oggi Campra è in grado di offrire agli appassionati dello sci di fondo un'ampia infrastruttura dotata di numerosi servizi quali ristorante, alloggi, locale sciolinatura, palestra, pista di ghiaccio e 30 km di piste di fondo per lo stile classico e libero. Grazie al riconoscimento che Campra ha acquisito a livello nazionale ed internazionale, sulle sue piste si sono svolte negli scorsi anni delle manifestazioni agonistiche di grande rilievo, tra le quali due gare valevoli per la Coppa del Mondo, quattro valide per la Coppa delle Alpi, sei nel quadro della "Settimana Nordica Internazionale", una Coppa Kurrikala nonché tre edizioni dei Campionati svizzeri (1982, 1994 e 2002).
Nelle gare a livello cantonale, i fondisti dello Sci Club Simano hanno sempre ottenuto risultati di primo piano e in diverse occasioni si sono aggiudicati dei piazzamenti nell'élite nazionale. Nel 1994, proprio in occasione dello svolgimento dei Campionati svizzeri, lo Sci Club Simano ha festeggiato i suoi 60 anni di attività: un traguardo che i soci fondatori del Club non avrebbero osato sognare e un'occasione per guardare al futuro con rinnovato entusiasmo.

Le primissime gare attorno ai villaggi

Tra le primissime gare, vi era quella con partenza da Dangio (frazione di Aquila), giro della campagna, salita alla Cappella di S.Ambrogio, per proseguire poi verso i Pozz, Rubiai, Grümasc, Ingerio e arrivo a Torre nei pressi del ristorante Nava. La pista veniva preparata al mattino; la partenza veniva data alle 14.
Ogni anno, lo Sci Club Simano organizzava inoltre la Staffetta Valsole, regolarmente onorata dalla presenza di forti squadre d'oltre Gottardo. Organizzava pure una gara notturna ad inseguimento che costituiva allora una novità assoluta per lo sport dello sci. Una volta come oggi, lo Sci Club organizza i campionati della Federazione Sci Svizzera italiana (FSSI).
In passato, la comunità di Dangio-Torre-Aquila era sportivamente molto attiva: attorno ai due comuni (Dangio è frazione di Aquila) ruotavano infatti ben quattro società sportive: i "Liberi Tiratori dell'Adula", lo Sci Club Simano, la Società Atletica Federale Dangio-Torre (SAF) e il Football Club Torre. Tre di queste società sono tuttora attive, mentre la SAF ha da tempo cessato la sua attività. A quest'ultima società si deve l'organizzazione di quella che per vari decenni è stata la "Staffetta podistica Castel Curterio", nota in tutto il Cantone e, ai tempi, una delle maggiori competizioni atletiche.

La prima costruzione

Già ai tempi, lo Sci Club disponeva di attrezzature ed infrastrutture all'avanguardia: un impianto di illuminazione completo, con cordoni, lampadine e pali nonché un altoparlante. Le basi dell'attuale Centro Nordico furono costruite, con un primo rifugio, negli anni 1973-74. Dal 1973 al 1978, soci e simpatizzanti hanno offerto il loro lavoro per un totale stimato a circa 10'000 ore di lavoro.

Soci fondatori

Giovanni e Valerio Paolucci
Luigi Soliva
Giovanni Perani
Riccardo Bruni
Mario Blotti
Piero Fumagalli
Sandro Baltera
Ezio Grossi
Mario Ferrari
Mario Ferrari fu il primo presidente del sodalizio, seguito da Francesco Protti, Valerio Paolucci, Angelo Martinoli, Marino Vanzetti, Luigi Pagani, Bruno Morosi, Demaldi Alberto, Nello Croce e, a tutt'oggi, ancora Marino Vanzetti.