Home Campra si presenta Offerte Inverno Offerte Estate Ristorante Avvenimenti Progetto Informazioni generali
Campra: offerte inverno Campra Centro Sci Nordico Campra: offerte estate Campra: sci di fondo Campra: Percorsi con racchette Campra: Pista di Ghiaccio Campra: Ristorante Campra: Mountainbike Campra: Passeggiate Campra: Campeggio Scout
SITUAZIONE
Campra, Centro Sci Nordico, Ticino, Valle di Blenio Sci di fondo (skating)
Campra, Centro Sci Nordico, Ticino, Valle di Blenio Sci di fondo (classico)
Campra, Centro Sci Nordico, Ticino, Valle di Blenio Pista di ghiaccio
Campra, Centro Sci Nordico, Ticino, Valle di Blenio Passeggiata e pista bob
Campra, Centro Sci Nordico, Ticino, Valle di Blenio Ristorante

Scrivono di noi

"Corriere del Ticino" SCELTO IL PROGETTO PER IL NUOVO CENTRO NORDICO (14.12.2013)
Il migliore è «Se una notte d'inver­no...» del team composto da Durisch + Nolli Architetti Sagl e Fürst Laffran­chi Bauingenieure GmbH.


Questo il verdetto emesso ieri dalla giuria pre­sieduta da Gerardo Rigozzi chiamata a designare il miglior lavoro scaturito dalla fase finale del concorso inter­nazionale di architettura per la pro­gettazione del nuovo edificio ricetti­vo del Centro Sci Nordico di Campra.
Il progetto vincitore è stato designato tra gli otto che avevano superato la fase di selezione del 28 marzo scorso quando era stata effettuata la prima «scrematura» delle candidature ricevute entro i termini del bando.


Il secondo premio è stato attribuito a «Barn» del team Aires Mateus e asso­ciados lda, Ingegneri Pedrazzini Gui­dotti sagl; il terzo a «Biancaneve» del team Franco Moro architetto Fas e Michele e Francesco Bardelli archi­tetti, Pianifica Ingegneri Consulenti SA; il quarto a «Fram» del team Ja­chen Könz, Ingegneri Pedrazzini Guidotti sagl, il quinto a «Bucaneve» del team Michele Arnaboldi archi­tetti sagl, Atelier 4 Architecture Sagl, Comal & Associati SA.


Ai progettisti era stato chiesto di avanzare proposte per l'ammoder­namento delle strutture esistenti mediante le ricostruzione dell'edifi­cio con alloggi e ristorazione.
Edifi­cio nel quale devono trovar posto il ristorante con 50/60 posti a sedere, il refettorio con 80/100 posti, le came­re annesse al ristorante (da 4 posti ciascuna e con servizi igienici inter­ni), gli spazi per il pernottamento di colonie e di scolaresche (camere da 4 e da 6 letti con servizi igienici inter­ni), gli spazi per wellness, fitness e spogliatoi, i locali di servizio, , l'appartamento per il personale di servizio, il garage, senza dimenti­care la terrazza per un centinaio di posti a sedere, 40 dei quali coperti.
Il tutto per un investimento di 7,5 mi­lioni di franchi, che rappresenta la metà di quello complessivo necessa­rio per l'intera ristrutturazione dell'infrastruttura dell'alta Blenio per la pratica dello sci nordico.


Secondo la giuria (composta oltre che dal pre­sidente Gerardo Rigozzi da Roberto Zanetti, presidente della Centro Sci Nordico Campra SA, Nicola Vanzetti e dagli architetti Giona Caminada, Giovanni Guscetti, Arnaldo Burini e Piero Conconi) la soluzione migliore tra le otto ammesse alla fase finale del concorso di progettazione è dun­que risultata denominata «Se una notte d'inverno...».


Corriere del Ticino UNA SOCIETA' ANONIMA PER GESTIRE IL PROGETTO DI RILANCIO (31.5.2011)
Il progetto di ristrutturazione del Centro Nordico di Campra sta entrando in una fase decisiva: domani, giovedì 30 giugno il Legislativo del Comune di Blenio sarà infatti chiamato ad esprimersi sulla costituzione di una società anonima (SA) per realizzazione del progetto.


Scopo della nuova SA, come si legge nella bozza degli statuti allegati al Messaggio municipale – è quello di “realizzare in proprio e/o in collaborazione con altre entità pubbliche e/o private, il progetto di ristrutturazione del Centro di sci nordico e delle infrastrutture annesse, compreso l’ottenimento dei necessari permessi e dei mezzi finanziari”. Il Consiglio comunale sarà chiamato ad approvare anche la relativa Convenzione firmata il 25 maggio scorso dal Municipio di Blenio con lo Sci Club Simano, finora proprietario di tutto il Centro e che in futuro resterà proprietario “solo” di tutte quelle strutture legate alle attività sportive ed agonistiche. La parte ristorazione-alberghiera sarà affidata in gestione tramite concorso. Per costituzione della SA è richiesto al Legislativo un credito di 100 mila franchi.



UN "LIFTING" TANTO ATTESO QUANTO NECESSARIO



Con questo atteso messaggio si scrive un capitolo importante nella storia del Centro nordico di Campra che, dalla sua realizzazione nel 1973, ha tra l’altro ospitato - oltre a migliaia e migliaia di fondisti da tutto il mondo - anche la Coppa del Mondo maschile nel 1990 e prima, nel 1982, i Campionati svizzeri. Un Centro, insomma, la cui importanza è stata sottolineata da più parti e in più studi (vedi “Blenio Destinazione 2009”) e che ora, accusando evidenti segni di usura, sembra proprio giunto sul punto di farsi il meritato “lifting” generale che gli permetterà di restare nel novero dei migliori centri per lo Sci nordico delle Alpi.


IL PROGETTO DI RILANCIO



In sintesi, il progetto prevede il parziale abbattimento delle strutture attuali, con ricostruzione nelle volumetrie esistenti e la possibilità di innalzamento di un piano degli edifici.
Le strutture che verranno mantenute subiranno un decisivo ammodernamento.
Lo scopo è quello di garantire una maggiore qualità ricettiva del Centro (migliorandone il ristorante, gli spogliatoi, i servizi, la palestra, le camere, ecc), e risolvendo nel contempo le questioni di natura tecnica quali lo smaltimento delle acque luride e l’approvvigionamento energetico. Non si prevedono aumenti nel numero di posti letto. Altri interventi riguardano la gestione dei posteggi e la sistemazione delle piste, nel rispetto degli ecosistemi presenti, inserendo all’occorrenza anche un sistema di innevamento programmato.


I COSTI DELL'INVESTIMENTO



A proposito di costi, il Municipio è molto prudente, affermando che “gli investimenti dovranno ancora essere verificati e che potranno anche essere realizzati a tappe, diluiti nel tempo”. Si stimano attualmente circa 11 milioni di franchi. “Questa cifra – precisa l’Esecutivo – ha unicamente un valore informativo e non impegna il Comune in alcun modo prima del piano economico-finanziario che dovrà pure essere sottoposto al Legislativo”.

LA TEMPISTICA



I lavori di progettazione, iniziati nell’estate del 2010, sono tuttora in corso. Ancora non esiste un disegno architettonico esecutivo definitivo. Si dispone al momento di una prima bozza del Piano di quartiere, come richiesto dalle norme di Piano regolatore. Questo e altri documenti sono attualmente al vaglio dello Sci Club e del Comune in vista dei prossimi incontri con le Autorità cantonali e federali competenti.



Fonte: da un servizio qui in versione ridotta apparso su "Corriere del Ticino", 31.05.2011, m.z, p. 16


Giornale del Popolo CAMPRA, FIRMATA LA CONVENZIONE CON COMUNE (27.5.2011)
È stata firmata mercoledì la convenzione tra Comune di Blenio e Sci Club Simano che definisce l’accordo per la costituzione della Società Anonima che dovrà gestire il progetto di rilancio e ristrutturazione del Centro Sci Nordico in Campra.


Di fatto, si tratta del primo passo di una “ripartenza” del progetto che l’Ufficio federale dell’ambiente aveva stoppato un paio d’anni fa, considerandolo troppo invasivo del contesto paesaggistico. Nel frattempo, come noto, il progetto ha subito importanti e sostanziali modifiche che lo rendono compatibile con le leggi federali sulla protezione della natura e del paesaggio che interessano il delicato comparto di Campra e del Lucomagno.



«Al prossimo Consiglio comunale di fine giugno, anche in virtù della convenzione siglata con lo Sci Club Simano, chiederemo il credito di 100’000 franchi per la costitutione della SA" - conferma il sindaco di Blenio MarinoTruaisch - Poi presenteremo la domanda di costruzione e questa volta speriamo non ci siano obiezioni da Berna».
Sulla ridefinizione del piano di ristrutturazione e ampliamento del nuovo Centro di Sci Nordico e delle aree circostanti, da circa un anno ci sta lavorando un team interdisciplinare, coordinato dall’ingegnere Stefano Wagner, che negli scorsi giorni ha consegnato ai promotori - Comune di Blenio e Sci Club Simano, proprietario dell’attuale struttura - le conclusioni dello studio di fattibilità e un progetto di massima.
L’investimento complessivo dovrebbe aggirarsi sugli 11 milioni di franchi.



Fonte
: "Giornale del Popolo", 27.05.2011, (MAG), p.13


Corriere del Ticino CAMPRA, PIANO DI QUARTIERE E MODELLO GESTIONALE (17.12.2010)
Allestimento del piano di quartie­re per il comparto di Campra e defi­nizione del modello gestionale. In estrema sintesi, sono questi gli appro­fondimenti che si stanno compiendo attualmente nell'ambito del progetto di rilancio del Centro Nordico.


Se ne è parlato martedì sera, 14 dicembre scorso, ad Aqui­la durante l'assemblea annuale ordi­naria dello Sci Club Simano, proprie­tario del Centro, e co-attore - assieme al Comune di Blenio e al Cantone - del progetto di ristrutturazione e ri­lancio dell'importante struttura per lo sci nordico.
Diretta dal presidente Marino Vanzet­ti, l'assemblea è stata l'occasione per fare il punto alla situazione. Come no­to, lo scorso 2 luglio la Sezione della promozione economica del Diparti­mento delle finanze e dell'economia aveva deciso lo stanziamento di un sussidio di 394 mila franchi (in base alla politica regionale cantonale) a fa­vore dello Sci Club Simano. Tale som­ma viene utilizzata per finanziare l'ela­borazione di un Piano di quartiere e l'allestimento dello studio di fattibili­tà del progetto di ristrutturazione. Ciò che - come ha confermato l'altra sera Vanzetti - è attualmente in atto, con la partecipazione del team interdisci­plinare definito dal Cantone e coor­dinato dall'ingegnere Stefano Wagner.



Il Piano di quartiere (il cui scopo è quello di definire in primis le volume­trie di base del progetto) dovrebbe es­sere concluso tra un paio di mesi. Pa­rallelamente si sta valutando un mo­dello gestionale del Centro che pre­vede la costituzione di una società anonima alla quale parteciperanno, in parti da definire, i co-attori del pro­getto. A questo scopo, nel corso del prossimo mese di gennaio è prevista una riunione tra i responsabili del Cantone (tre i Dipartimenti coinvol­ti), lo Sci Club, il Comune e il Team in­terdisciplinare.


Il progetto di rilancio prevede la co­struzione ex novo del Centro Nordi­co di Campra sul perimetro degli sta­bili attuali, che andranno abbattuti. L'intenzione è quella di edificare un nuovo ostello-colonia con ristorante e vari locali di servizi e sale, il tutto rea­lizzato secondo gli standard di Miner­gie. L'investimento complessivo am­monta a circa 7,5 milioni di franchi, quattro dei quali assicurati dal Can­tone cui andranno ad aggiungersi cir­ca 1,5 milioni di franchi attinti dal fon­do di aggregazione comunale dell'Al­ta Blenio.


Sull'inizio dei lavori non si avanzano date, poiché il tutto dipende dall'approvazione del piano di quartie­re che sarà inoltrato agli enti cantona­li e federali chiamati a dare il loro pre­avviso. L'edificazione verrà pianificata in modo da non dover precludere il normale svolgimento della stagione in­vernale.

Intanto, per la stagione entrante, so­no già previste importanti gare inter­nazionali alla fine del corrente mese di dicembre. In febbraio, inoltre, è in calendario lo svolgimento di una Cop­pa Continentale sulla durata di 3 gior­ni con oltre 300 fondisti presenti.



Fonte
: "Corriere del Ticino", 17.12.2010, Mara Zanetti Maestrani, p.21


Comunicato stampa, ing. Stefano Wagner SUSSIDIO PER IL PROGETTO DI RILANCIO DI CAMPRA (20.7.2010)
Lo scorso 2 luglio la Sezione della promozione economica del Dipartimento delle finanze e dell’economia ha deciso in merito all’assegnazione di un sussidio di Fr. 394'000 a favore dello Sci Club Simano per il finanziamento dell'elaborazione del piano di quartiere e dello studio di fattibilità del progetto di "Ristrutturazione del Centro Sci Nordico Campra", in base al Decreto legislativo concernente lo stanziamento di un credito quadro per attuare misure di politica regionale cantonale complementari alla politica regionale della Confederazione per il quadriennio 2008-2011.


Con la conferma da parte dell’Autorità cantonale i promotori del progetto di ristrutturazione e di rilancio del Centro Sci Nordico Campra (Sci Club Simano e Comune di Blenio) potranno procedere nelle prossime settimane con la formalizzazione del mandato al Team interdisciplinare di progettazione che sarà chiamato ad elaborare entro la fine del 2010 un Piano di quartiere ai sensi del Piano regolatore di Blenio ed uno studio economico-aziendale per la futura struttura chiamata a realizzare gli importanti investimenti a Campra a partire dal 2011.



Trattandosi di un progetto sussidiato ed inserito in un contesto territoriale particolarmente pregiato (il paesaggio palustre di importanza nazionale del Lucomagno), sarà data particolare attenzione nell’ambito della progettazione ad aspetti specifici come il risparmio energetico, lo smaltimento delle acque e l’inserimento paesaggistico generale delle opere previste, fra le quali spicca la ricostruzione completa delle strutture ricettive (ostello-colonia e ristorazione) già presenti in loco.


Del Team interdisciplinare fanno parte: l'ing.Stefano Wagner (coordinamento generale; elaborazione del Piano di quartiere), l'arch. Ivano Gianola (progetto architettonico di massima delle strutture ricettive), l'arch. Bruno Vitali (concetto energetico), l'arch. Francesca Kamber (concetto paesaggistico d’insieme; sistemazione degli spazi esterni), l'ing. Giorgio Petoud (calcolo dei costi di investimento), l'ing. Fabrizio Conceprio (piano di sistemazione delle piste; innevamento artificiale; piano dei posteggi; concetto di smaltimento delle acque; rapporto di impatto ambientale), la lic. Biol. Paola Pronini (misure di tutela delle componenti naturalistiche), il dr.Christian Vitta (criteri di sostenibilità economico-finanziari; modello d’esercizio; modello societario; piano economico-finanziario) e infine l'avvocato Luca Beretta Piccoli per gli aspetti giuridici e legali rilevanti per la procedura.


Fonte: Comunicato stampa ing. Stefano Wagner, 20.07.2010, ore 12.05


Comunicato stampa UN TEAM INTERDISCIPLINARE PER IL PROGETTO DI RILANCIO (4.4.2010)
Lo scorso venerdì 30 aprile, i promotori del progetto di ristrutturazione del Centro Sci Nordico di Campra (Sci Club Simano e Comune di Blenio) hanno incontrato i rappresentanti dei Dipartimento del Territorio, del Dipartimento delle istituzioni e del Dipartimento delle finanze e dell’economia per consolidare le modalità con cui dare avvio ancora durante il mese di maggio 2010 ai lavori di progettazione.


A seguito delle risultanze degli studi preliminari svolti durante gli anni dal 2005 al 2008 e la concertazione fra i promotori, l’Autorità cantonale e l’Ufficio federale dell’ambiente sulle finalità dell’intervento durante il 2009, si è giunti ad un accordo sulle modalità con cui impostare i lavori di progettazione per la ristrutturazione del Centro Sci Nordico Campra.


Si è trattato in particolare di definire i principi operativi per garantire, da un parte, la conformità con i vincoli legali determinati dalla tutela del paesaggio palustre di importanza nazionale del Lucomagno e, d’altra parte, le modalità secondo cui elaborare un modello aziendale sostenibile nel tempo, che permetterà di garantire ricadute socio-economiche positive sullo sviluppo regionale della Valle di Blenio.



I promotori intendono procedere nell’elaborazione del progetto tramite un team interdisciplinare qualificato, coordinato da un project manager, con l’obiettivo di elaborare entro la fine del 2010 un Piano di quartiere ai sensi del Piano regolatore di Blenio ed uno studio economico-aziendale per la futura struttura chiamata a realizzare gli importanti investimenti a Campra a partire dal 2011.
Nelle prossime settimane saranno chiariti gli aspetti finanziari e formali per l’avvio dei lavori di progettazione.



ECCO IL TEAM INTERDISCIPLINARE



Il Team è formato da: Ing. Stefano Wagner, coordinamento generale ed elaborazione del Piano di quartiere; Arch. Ivano Gianola, progetto architettonico di massima delle strutture ricettive; Arch. Bruno Vitali, concetto energetico; Arch. Francesca Kamber, concetto paesaggistico d’insieme e sistemazione degli spazi esterni; Ing. Giorgio Petoud, calcolo dei costi di investimento; ing. Fabrizio Conceprio, responsabile del piano di sistemazione delle piste, dell'innevamento artificiale, piano dei posteggi, concetto di smaltimento delle acque e rapporto di impatto ambientale; Lic. Biol. Paola Pronini, misure di tutela delle componenti naturalistiche; Christian Vitta criteri di sostenibilità economico-finanziari e modello d’esercizio, modello societario, piano economico-finanziario; Avv. Luca Beretta Piccoli, aspetti giuridici e legali rilevanti per la procedura.


Fonte: Comunicato stampa dello Sci Club Simano e del Comune di Blenio attarverso il responsabile Stefano Wagner, 4.04.2010, ore 16.57


Corriere del Ticino CAMPRA, UN CENTRO NORDICO A MISURA D'UOMO (17.12.2009)
Un progetto a misura d’uomo, ridimensionato ma funzionale in tutti i suoi aspetti.
Cosi è stato definito, martedì sera ad Aquila, il progetto di rilancio del Centro Nordico di Campra nel corso dell’assemblea ordinaria dello Sci Club Simano di Dangio-Torre e Aquila, proprietario della struttura.


Davanti ai soci, tra cui i due municipali del Comune di Blenio (co-attore del progetto) Roberto Zanetti e Arturo Guglielmetti, il direttore del Centro Nicola Vanzetti ha ripercorso le tappe, non prive di ostacoli, del progetto stesso. L’ultima riunione con tutti gli attori coinvolti (tra cui il Cantone), svoltasi a Bellinzona ad inizio dicembre, è stata in un certo senso “risolutiva” e ora si guarda avanti con rinnovato entusiasmo.



Il progetto è ora finalmente condiviso e fattibile. Non si farà più un albergo e si rinuncia ad una costruzione ex novo: si ricostruiranno e si adegueranno in modo radicale le costruzioni attuali, con criteri moderni, sia per quel che riguarda i parametri energetici che ecologici.
Ci sarà quindi un ostello con un centinaio di posti letto suddivisi in camerate, e una trentina di camere (pensione) con servizi.
Al piano terra verranno realizzati nuovi e funzionali spogliatoi con docce, la palestra attuale verrà risanata e si creerà una nuova ricezione.
Per quanto riguarda le piste, i promotori hanno pure rinunciato ad allargarle per ottenere un grado di omologazione superiore.


Ora il progetto va affinato e potrebbe entrare nei criteri sostenibili della Nuova politica regionale (NPR), beneficiando quindi di importanti aiuti. Si punterà molto anche sull’estate, con la presenza di scolaresche e campi estivi, che potranno proprio approfittare delle bellezze naturali della regione.


L’assemblea ha infine riconfermato il Comitato attuale, con alla testa il presidente Marino Vanzetti.
Il Centro, nei giorni 29 e 30 dicembre, ospiterà una prima tornata di gare importanti: due competizioni valide per la Coppa Svizzera (con oltre 300 presenze) e il 3 gennaio una gara della Swissloppet.


Fonte
: "Corriere del Ticino", 17.12.2009, m.z, p.14


Rivista Sport invernali GRANDE NORD IN TICINO (1.12.1998)
Campra, località specializzata nello sci di fondo sulle Alpi svizzere offre tracciati per tutti i gusti e capacità


Due gare di Coppa del Mondo disputate con successo sono un biglietto da visita importante per una località come Campra che vive esclusivamente per lo sci di fondo. Nella Val di Blenio in Ticino, a 1400 metri di quota, sulla strada che porta al passo del Lucomagno, Il Centro Nordico di Campra offre agli amanti dello sci di fondo tutto quello che è possibile chiedere. Tracciati a senso unico con difficoltà differenti, Blu 8 chilometri, Rosso 20 Km, Nera 6 Km. Il tutto in un ambiente stupendamente nordico dove la neve è sempre ottima e abbondante fino a primavera inoltrata. Il punto di forza della località svizzera e quello di offrire una battitura perfetta dei tracciati con qualsiasi condizione meteo.


Cuore dei tracciati è il Centro fondo che posto proprio sulle piste, è dotato di ristorante con alloggio, ampi locali adibiti ad uno spogliatoio e sciolinatura, servizi con docce, pattinaggio, noleggio dell’attrezzatura completa, pista illuminata. Inoltre i maestri della Scuola Svizzera di Sci sono a disposizione per lezioni sia in skating che in tecnica classica. Quest’anno poi gruppi ed associazioni hanno la possibilità di affittare il rifugio Campra, 40 posti con cucina e mensa arredati, dormitori con servizi e docce, per ritiri collegiali e vacanze all’insegna dello sci di fondo. Grazie al microclima particolare il paesaggio assume contorni da Grande Nord. Uno scampolo di Scandinavia a due passi dalla pianura. Arrivare a Campra è facile e soprattutto comodo, da Milano autostrada A8; Como, Chiasso, Bellinzona, deviazione Gottardo, uscita Biasca. Da qui si va verso il Passo del Lucomagno passando per Olivone fino a Campra. La strada che conduce a Campra è sempre aperta ed in ottime condizioni anche il pieno inverno. I parcheggi riservati possono accogliere anche i bus e quindi Campra è il Centro ideale dove poter svolgere anche corsi di sci. Agevolazioni particolari vengono riservate a Sci Club ed associazioni.


Rivista Turismo A CAMPRA, IN VALLE DI BLENIO, ISOLA NORDICA TICINESE (1.11.1997)
Un centro nordico a sud delle Alpi nato per caso, subito affermatosi grazie alla mitezza del clima, alla bellezza della regione, alle ottime strutture.



È curioso che in Ticino, a sud delle Alpi, esista un centro votato allo sci di .fondo fra i meglio attrezzati delle Alpi. L’origine è stata casuale e risale al 1973. Quell'inverno la neve scarseggiava e gli appassionati di sci di fondo della valle salirono sopra Camperio, lungo la strada del Lucomagno, dove nella conca di Campra, a quota 1500 m.s.m., trovarono condizioni ideali per lo sci di fondo.


Rapido sviluppo



Il centro nordico di Campra ebbe un rapido sviluppo. La sua consacrazione internazionale risale al 1988 con lo svolgimento della Coppa del mondo femminile, cui seguirono nel 1990 quella maschile e nel 1994 i campionati svizzeri di sci di fondo.

Il centro di sci nordico di Campra è situato sul versante sud del Passo del Lucomagno, a una mezz'ora di autovettura dallo svincolo autostradale di Biasca. Vi si pratica lo sci di fondo turistico e agonistico in un paesaggio che è una vera e propria isola nordica a sud delle Alpi. Le foreste di pini e abeti, radure, pianori attraversati alle limpide acque del fiume Brenno, falsipiani, discese e salite.

Durante i tre mesi invernali la conca appartati di Campra e priva di sole, il che favorisce il formarsi di condizioni di innevamento ottimali, già a partire dalla seconda metà di novembre fino a primavera inoltrata. È 'senza sole, ma ben riparata dai forti venti, cosi che la temperatura è quasi sempre superiore di una decina di gradi a quella degli altri centri nordici.


66 km di piste



La pista del centro, lunga 24 km e larga 4 metri (metà serve per il passo classico e metà per quello pattinato) è suddivisa in tre sezioni: la blu di 8 chilometri praticamente priva di strappetti o discese, solo leggermente mossa, adatta agli sciatori principianti e a chi non vuole (o non può più) affrontare sforzi gravosi; la rossa, molto bella e variata (l/3 salita, 1/3 discesa e 1/3 pianura), lunga 17 km, di difficoltà media; la nera (verso il bosco) di 5 km, più impegnativa, utilizzata per le competizioni internazionali. Sono disponibili anche una pista notturna di 2 km e un campo di pattinaggio naturale.


Accessi e servizi



La strada che conduce a Campra si stacca dalla A2 a Biasca e viene mantenuta perfettamente praticabile durante tutto l'inverno.

Ai margini della pista sorgono posteggio, un ristorante self-service (300 posti) con alloggio (4 camere a due letti con servizi e 5 a 3 - 4 posti letto con servizi al piano), un grande dormitorio, il locale per sciolinare, una sala multiuso, il complesso sanitari con sauna, docce e spogliatoio. Tutto il materiale tecnico può essere noleggiato sul posto. Gli istruttori della scuola svizzera di sci Blenio sono a disposizione dalle 9 alle 16.



Anticipata l’evoluzione del fondismo odierno



Uno dei segreti del successo di Campra consiste nel fatto che la zona delle piste è relativamente piccola. In caso di necessità è possibile prestare assistenza tecnica e sanitaria immediata. Queste dimensioni ridotte hanno anticipato l'evoluzione del fondismo odierno orientato verso piste brevi e spettacolari anziché su lunghi anelli.


Rivista Swiss Ski 80 anni per lo Sci Club Simano (1.1.2014) [PDF] 
Articolo apparso sulla rivista Svizzera di Sci

Comunicato Stampa Campra SA LANCIO DELLA RACCOLTA DEL CAPITALE SOCIALE PER LA COMPLETAZIONE DEL PIANO DEGLI AFFARI DELLA CENTRO SCI NORDICO CAMPRA SA (18.11.2016) [PDF] 
Il Centro Sci Nordico di Campra ha preso avvio grazie all'iniziativa dello Sci Club Simano, società con oltre 80 anni di attività alle spalle, che nel 1974 alla ricerca di neve ha scoperto la zona di Campra e vi ha costruito, in varie tappe edificatorie il Centro Nordico. Per rimanere al passo con i tempi la struttura necessita da qualche anno di un ampio ammodernamento dunque il lancio da parte dei promotori del Simano del progetto di ristrutturazione. Sulla scorta del buon funzionamento del Centro e dell'importante indotto economico che crea in tutta la valle, sono poi seguiti i Messaggi del Comune di Blenio No. 13/2011 del 26 maggio 2011, (con uno stanziamento di CHF 0.1 mio) per costituire la società anonima Centro Sci Nordico Campra SA (CSNC SA) nella quale oltre che allo Sci Club è attivo pure il Comune di Blenio, e il messaggio No. 04/2012 del 20 febbraio 2012 per lo stanziamento del credito di CHF 1.9 mio per finanziare il progetto.
A sua volta anche il Cantone ha fatto propria l'iniziativa e l'ha sostenuta, con il messaggio del DFE No. 6568 del 22.11.2011, stanziando un credito di CHF 7.5 mio.
Vista l'importanza che ha il Centro a livello nazionale e non solo, la Confederazione ha poi deciso di sostenere il progetto, per il tramite del CISIN con un importo di CHF 1.5 mio e del fondo Swissloss e Sport-Toto di CHF 0.7 mio.
Detti contributi sono stati concessi in base allo studio di fattibilità della BDO SA di Lugano del 7.09.2011.
Esso prevede:
Piano investimento
Ricostruzione edificio “Ricettività”
CHF 10.520.000
Ristrutturazione edifici esistenti
CHF 500.000
Infrastrutture (acquedotto, PGS)
CHF 130.000
Sistemazioni esterne, incl. demolizioni
CHF 1.000.000
Sistemazione piste e innevamento artificiale
CHF 1.950.000
Diversi
CHF 1.100.000
Totale costi di ristrutturazione
CHF 15.200.000
Apporto in natura Sci Club Simano
e partecipazione al capitale sociale
(acquisto infrastrutture S.C.S)
CHF 1.000.000
Totale dell'investimento
CHF 16.200.000
Piano finanziario
Comune di Blenio (capitale sociale)
CHF 500.000
Sci Club Simano (capitale sociale in natura)
CHF
500.000
Aumento capitale sociale previsto (privati)
CHF 1.000.000
Totale capitale sociale
CHF 2.000.000

Sussidi ottenuti (comunali, cantonali e federali)
CHF 11.203.000
Prestiti (banca/terzi)
CHF 2.250.000
Contributi Comuni-Patriziati e altre associazioni
CHF 753.000
Totale finanziamento
CHF 16.206.000

L’obiettivo generale della ristrutturazione del Centro è quello di provvedere a:
- una generale riqualifica paesaggistica e funzionale del comparto Campra (strutture esterne, accessi, posteggi, piste, impianto di innevamento, ecc.);
- un ammodernamento delle strutture esistenti con sostanziale conferma della capacità ricettiva;
- un concetto energetico esemplare basato sulla sostenibilità;
- un sistema di smaltimento delle acque compatibile con le esigenze di tutela dell’ecosistema locale.
Per ottenere un progetto che meglio incorporasse dette esigenze in data 4 marzo 2013, la CSNC SA ha pubblicato un concorso di progettazione, per la realizzazione dello stabile ricettivo, concorso vinto dallo studio d'architettura Durisch e Nolli, che ha interpretato in modo ottimale gli obbiettivi dei promotori. Detto progetto ha poi ottenendo in seguito anche la licenza di costruzione per la realizzazione dello nuovo stabile ricettivo e per la conformazione del piano di quartiere (PQ), dando di fatto la possibilità di iniziare i lavori di costruzione.
La prima fase dei lavori che riguardava la costruzione dell'impianto di innevamento è già stata realizzata ed è terminata nel 2013. Quest'anno sono iniziati i lavori per la preparazione del cantiere e delle infrastrutture che garantiranno il funzionamento del Centro durante i lavori di costruzione principali che incominceranno in primavera 2017, come pure la costruzione di un nuovo e modernissimo impianto di depurazione delle acque da parte del Comune di Blenio.
Al momento attuale il Consiglio di amministrazione della CSNC SA è composto da 4 membri, (2 in rappresentanza dell'ente pubblico e 2 in rappresentanza dello Sci Club Simano), in attesa che venga nominato il quinto membro che rappresenterà gli azionisti privati. Il capitale azionario attuale ammonta a CHF 1 mio ed è composto da CHF 0.5 mio del Comune di Blenio e di CHF 0.5 mio dallo Sci Club Simano.
Attualmente il Consiglio d'amministrazione ha l'importante compito di promuovere la raccolta del capitale sociale inerente l'azionariato privato, per un importo di CHF 1 mio e CHF 0.75 mio di capitale a fondo perso. La raccolta deve terminare entro il 31.12.2017.
La sottoscrizione da parte dei privati o dagli enti pubblici interessati, può essere fatta tramite un'apposita scheda di sottoscrizione, ottenibile presso i membri di CDA o all'Ufficio dell'Ente Regionale per lo Sviluppo Bellinzonese e Valli (ERS-BV) a Biasca, come pure presso la biglietteria del Centro Sci Nordico. Ulteriori informazioni si possono chiedere-ottenere entrando nel sito internet www.campra.ch o per mail all'indirizzo: progetto@campra.ch">href="mailto:progetto@campra.ch">progetto@campra.ch, o ancora al numero di
tel. +41 792070057 (Roberto Zanetti).
Il resto dell'investimento di CHF 2.25 mio, sarà finanziato tramite un credito bancario, concesso dalla banca UBS.

Configurazione del CDA attuale
presidente Roberto Zanetti rappresentate del Comune di Blenio
vice presidente Arturo Guglielmetti rappresentate del Comune di Blenio
Membri Gianni Pettinari rappresentante Sci Club Simano
Giuseppe Allegranza rappresentante Sci Club Simano
vacante rappresentante azionisti privati
Olivone, 17 novembre 2016
Roberto Zanetti